Una stampante fiscale e un ufficio delle imposte

Qual è lo stampo fiscale della società e qual è l'uso esatto di questa macchina? Apriamolo per riflettere ed esplorare questo argomento un po '.

In generale, una stampante finanziaria è principalmente un dispositivo che registra i ricavi, che sono generati dalle vendite al dettaglio. Questa registrazione ha luogo a fini fiscali. Si tratta del cosiddetto imposta sul reddito anche sull'IVA. Affinché la stampante fiscale possa essere utilizzata nell'assemblaggio per questo scopo - e in collaborazione con la lettera legale - deve ovviamente essere omologata.

Knee Active Plus

A differenza della valuta fiscale, la tipografia finanziaria non può farlo da sola. Deve essere collegato a un computer. Lo scopo di questa macchina sta registrando, e anche stampare le ricevute. E 'qui, in occasione ricordato che la stampante fiscale si applica alle cosiddette vendite di sistemi di archiviazione informatica. Ad esempio, possiamo menzionare i registratori di cassa POS qui. Questi dovrebbero ricordare che la ricevuta di iscrizione alla stampante fiscale può essere utilizzato ovunque - in valore - un programma per computer che sa abilmente controllare la vostra stampante tramite RS-232 o USB. È importante che i programmi che utilizzano stampanti finanziarie non debbano utilizzare le approvazioni. Nel frattempo, il protocollo di comunicazione è aperto a tutti. La sua disponibilità può essere visualizzata sui siti Web dei produttori di stampanti.

Ricordiamo solo che ogni venditore - ciò che il reddito era superiore al valore limite definito dal modo in cui meticolosamente attraverso il Ministero delle Finanze - è costretto ad una specifica di vendita al dettaglio di registrazione e procede per eseguire questa quantità di stampante fiscale o fiscale con precisione.

Indubbiamente, la stampante fiscale stampa ricevute fiscali specifiche per i clienti. Questo non è tutto. Perché sul rotolo di controllo più stampe dirigono (cioè ricevute. Sono definiti per l'archiviazione. Naturalmente, la ricevuta fiscale stampata dovrebbe essere - e quindi definitivamente post-vendita - consegnata al cliente. A loro volta, le copie eseguite sui rulli di controllo devono essere inviate dal venditore stesso. È un periodo di esattamente cinque anni. Allo stesso tempo, vale la pena di avere il seguente fatto: da qualche anno reale ce n'è uno attuale per memorizzare una copia dei testi stampati nel suo contenuto elettronico. Poco dopo aver completato ogni giorno di vendita, l'utente è obbligato a completare l'importo del cosiddetto rapporto giornaliero - fiscale.